domenica 11 settembre 2011

11/09/11


Pubblichiamo con piacere questo breve intervento, apparso sul numero odierno de "L'Eco del Potere":

Dieci anni fa il Mondo Occidentale si ritrovò a fare i conti con la sua innata fragilità. Un violento e spietato atto terroristico colpì senza pietà la città di New York, costringendo gli USA (e, di riflesso, il Mondo intero) a fronteggiare la tipologia di terrore più oscura e temibile: quella basata su ciò che non si vede, su ciò che non ci aspetta, quella del Nemico senza Volto.

Avrebbe potuto essere un massacro. Avrebbe potuto segnare le nostre vite nel profondo, modificando la nostra concezione di "sicurezza" e gettandoci in un clima di immutabile paranoia...ma così non è stato.

Il merito di tutto va a Volto della Notte,  leader del gruppo conosciuto come  "I Vigilanti" e degno erede delle imprese compiute da suo padre, Vessillo Nero, negli anni '70.
Chi scrive era presente quel giorno e vide Volto della Notte arrestare il primo aereo poco prima che colpisse la Torre Nord del World Trade Center. Quell'immagine è destinata a restare nei secoli come simbolo di quanto l'avvento dei Superuomini, nonostante i profondi scetticismi che ancora scorrono sotterranei, abbia portato solo miglioramenti al nostro stile di vita.

Tutta la redazione de "L'Eco del Potere" si unisce nel ringraziare, a distanza di dieci anni esatti, Volto della Notte per tutto ciò che di buono e positivo ha portato nelle nostre esistenze.